• Farmacia Internazionale

Riabilitazione post-Covid


È essenziale per completare la guarigione e migliorare il recupero funzionale ritrovando forza e resistenza ma anche concentrazione


Intervista a Cristina Barbara

• Specialista in Cardiologia Centro di Riabilitazione Fiumara, Asl 3 Genovese

di Luisa Castellini


Le vaccinazioni sono iniziate e, a distanza di quasi un anno dall’esplosione del Covid-19, si moltiplicano le riabilitazioni, anche se ancora a macchia di leopardo. In attesa di linee guida, presentiamo l’esperienza dell’ambulatorio della Fiumara della Asl 3 genovese, diretto da Piero Clavario, che anche la stampa internazionale - dal Times alla Cnn - ha indicato quale esempio di best practice.


Dopo la malattia, quali sono le conseguenze più frequenti del Covid-19?

A un anno dall’esplosione della pandemia, sta emergendo come, in alcuni casi, anche dopo alcuni mesi dalla fase acuta, molti pazienti accusino ancora affanno, stanchezza e, soprattutto, dolori muscolari o perdita di sensibilità e quindi difficoltà negli impegni quotidiani.


Quale ruolo può avere la riabilitazione nel recupero?

Importantissimo. Un trattamento mirato può contribuire a recuperare le capacità funzionali e a motivare la persona, perché, non dobbiamo dimenticarlo, tra le conseguenze del Covid ci sono anche Ptsd (Sindrome da stress post traumatico) nel 33% dei casi, stress, ansia e depressione nel 20% circa. Tutti hanno bisogno di condividere l’esperienza vissuta e la famiglia ha un valore protettivo a livello psicologico.


Come nasce l’esperienza del vostro centro di riabilitazione ambulatoriale?

Durante la prima ondata, abbiamo organizzato un percorso dedicato. Abbiamo contattato tutti i pazienti dimessi dagli ospedali e, in due appuntamenti, abbiamo compiuto una valutazione completa di quelli eleggibili per la riabilitazione.


Quali accertamenti svolgono i pazienti?

In due visite, sono sottoposti a visita cardiologica con elettrocardiogramma ed ecocardio, effettuano il test da sforzo cardiopolmonare e della diffusione alveolo-capillare, gli esami del sangue e incontrano il fisioterapista - con stabilometria, walking test e verifica della forza fisica. A questo punto la persona è destinata al reparto più idoneo al suo recupero: pneumologia, cardiologia, ma anche fisiatria, endocrinologia (in particolare i diabetici) o reumatologia per migliorare i frequenti dolori muscolari. Si tratta di un progetto multidisciplinare dove è essenziale l’apporto di ogni specialità e di tutti i professionisti coinvolti: medici, infermieri, fisioterapisti e psicologi.


Come si svolge la riabilitazione cardiovascolare?

Poiché a tre mesi dalla guarigione sono frequenti i danni e la stanchezza muscolare, organizziamo 3 appuntamenti a settimana per 2 mesi. I pazienti lavorano con cyclette per fare movimento aerobico ed esercizi di potenziamento della forza muscolare degli arti e per migliorare l’equilibrio. Con questo tipo di lavoro migliora anche la gestione dei dolori muscolari.


Quali sono i risultati?

A fine percorso rivalutiamo i pazienti, che possono avere un recupero funzionale fino al 20%. Con il giusto intervento ed impegno da parte del paziente è possibile migliorare e accelerare il ritorno a una vita normale.

“Dal movimento aerobico agli esercizi per l’equilibrio, la riabilitazione accelera il ritorno alla vita quotidiana migliorando la qualità di vita”

Fonte: rivista Pharma Magazine Febbraio 2021

Foto © Depositphotos.com

2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

FARMACIA INTERNAZIONALE

SANTA MARGHERITA LIGURE

Piazza Martiri della Libertà, 2 - S. Margherita Ligure (GE)

Tel. 0185 287189 - Fax 0185 281708

I NOSTRI ORARI

da Lunedì al Sabato

8:30-12:30 / 15:30-19:30

chiusi Mercoledì e Domenica

Farmacia Internazionale dei Dott.ri Turrin snc - Piazza Martiri della Libertà, 2 - 16038 Santa Margherita Ligure (GE) - p.iva 01731520993